Rivolte politiche mondiali: cosa c'è dietro?

Pubblicato il da Limen23

 


 

 

Rivolte e guerre civili si stanno espandendo a macchia d'olio in tutto il mondo arabo e non solo. L'ideale di "democrazia occidentale" sta perdendo il suo smalto di superficie, rivelando uno scontento popolare diffuso verso le politiche mondiali. La ragione sta negli equilibri diplomatici che vedono il loro fulcro negli USA: sono loro che fomentano segretamente le rivolte, sostenendole allo scopo di frenare la "scomoda" influenza politica di quei capi di Stato.

 

Le improvvise morti della loro quasi totalità fanno pensare ad un complotto creato ad hoc, così come l'impalcatura di ridicolizzazioni di cui oggi è vittima l'Italia, una potenza (resa tale dall'onnipresenza decisionale del Vaticano e dalle collusioni di questo con le più alte sfere dell'apparato economico-finanziario mondiale) divenuta scomoda, e che in quanto tale viene abilmente neutralizzata amplificando le sue problematiche interne al fine di accendere la miccia fatale del malcontento popolare e di screditarla agli occhi delle altre potenze..

 

Come mai, in un panorama confuso che sta venendo a delinearsi non solo in Africa e Medio Oriente ma anche in Europa, gli USA sarebbero gli unici a godere di "buona salute"? E come mai, proprio gli USA si scoprono impastati dietro tutti questi disordini?

 

Staff di Limen23

Con tag Attualità

Commenta il post